martedì 8 settembre 2009

Fichi caramellati all’aceto balsamico


Settembre tempo di fichi, ottimi da soli, io li adoro a colazione con la pizza bianca. Ma direi che questa ricette, trovata su un libro di ricette vegan americano ed immediatamente sperimentata da me, li esalta in modo incredibile e fa un effettone con poca fatica e pochissimo tempo.
Occorrente per 8/10 fichi:
1 cucchiaio di burro di soia (fra i tanti provati il provamel mi è sembrato in assoluto in migliore)
1 cucchiaino di zucchero (ma funziona perfettamente anche il miele, un cucchiaio)
5 cucchiai di aceto balsamico
1 mazzetto di rughetta (o di foglie di spinaci)
1 cucchiaino di olio e.v.o
succo di mezzo limone
sale e pepe macinato (al bisogno)
In una larga padella fare scogliere il burro polverizzandoci sopra lo zucchero ( o il miele). Tagliate a metà i fichi per la lunghezza e disponeteli nella padella a faccia in giù. Fateli dorare (dai 3 ai 5 minuti) e quando saranno dorati sul bordo metterli a riposare a faccia in su, su di un piatto.
Nella padella dove è rimasto il burro, aggiungete l'aceto balsamico e fatelo concentrare a fiamma bassa fino a diventare denso come il miele (max 5 minuti a fuoco medio).
Nel frattempo preparate la rughetta tagliandola e condendola con olio e limone, e sale e pepe a piacere. Disponetela in piccole ciotole da porzione, appoggiandovi sopra i fichi, e versandovi sopra l'aceto balsamico.
(ottimo antipasto, ma anche come accompagnamento ad una bistecchina di seitan come secondo o in alternativa i fichi da soli possono essere serviti con gelato di crema come dessert).