giovedì 29 luglio 2010

Pesto di pomodoro

Veloce e vegan: niente cottura, solo un frullatore.
Mandorle e mollica di pane in parti uguali (poco meno di mandorle, visto il costo?!) basilico abbondante e pomodori rossi (3 volte il peso delle mandorle), olio e.v.o. sale.
Tutto nel frullatore (io i pomodori non li sbuccio soprattutto se bio, mi sembra un peccato e poi una volta nel frullatore, che senso ha?).
Condimento eccezionale (tipo pesto) per riso freddo, bulgur, pasta corta, ma anche tofu a dadini o patate lesse.

lunedì 12 luglio 2010

Pomodori al riso estivi


Ore 8,00 ancora il caldo non si fa sentire e piena di entusiasmo decido di comprare 6 pomodori rossi, carnosi (proprio quelli giusti) per fare i pomodori al riso alla classica maniera.
Aggiungo alla mia sporta del bellissimo basilico, patate novelle, fagiolini, 1 peperone, qualche carote, un sacchetto di pinoli e 1 limone non trattato.
Al rientro a casa mi accorgo che sarà veramente dura accendere il forno, il caldo sta aumentando, il sole fra un po' batterà sui vetri della cucina, e adesso?
E adesso si cambia, per i pomodori al riso versione estiva (ed assolutamente vegana) si procede così.
Per prima cosa mettete a bolliire l'acqua e al bollore aggiungete 200 gr di riso (integrale, o che non scuoce, basmati, quello che avete), in un altra pentola invece lessate i fagiolini, e poi le patate a tocchetti.
Nel frattempo svuotate i pomodori e mettete la polpa nel frullatore insieme a qualche foglia di basilico, olio, sale, qualche cappero se vi piace, scorzetta grattuggiata e succo di un quarto di limone.
In una ciotola mescolate il riso lessato freddo con i fagiolini cotti e tagliati a tronchetti, le carote crude tagliate a dadini ed il peperone sminuzzato e condite con buona parte della salsina.
Con questo riso riempite i pomodori. Le patate scolate al dente le porrete fra i pomodori condendole con la salsa avanzata. Alla fine tostate i pinoli e spargeteli sulla teglia.
E' pronto in tavola!